Eventi

INCONTRI ALUNNI / GENITORI / EDUCATORI

Essere Genitori di Nativi Digitali - SEVESO

Progetto MASSERE - Sicurezza dei Minori sul Web (Andrea Massa)

SEVESO -  Anche quest’anno la Scuola Media Leonardo Da Vinci di Seveso, con il sostegno di Autoscuola Punto Guida e Sagra Valtellinese, si è occupata delle tematiche relative all’uso e abuso di Internet, avvalendosi dell’aiuto del team “Progetto MASSERE – Sicurezza dei Minori sul Web”.
Nel mese di Dicembre la psicologa Dott.ssa Ventura Nicole e l’informatico Dott. Massa Andrea hanno tenuto un incontro con le classi seconde dell’istituto, al fine di stimolare la riflessione dei ragazzi su un uso più consapevole e moderato di Internet, aiutandoli anche a comprendere le insidie che il web nasconde.

Ieri, 5 Febbraio 2018, grazie alla volontà del Presidente dell’Associazione Comitato Genitori  Rodari – Munari - Da Vinci Sebastiana Alonzo e della responsabile del cyberbullismo Professoressa Bizzozero Laura, si è tenuta presso l’aula magna di Via Adua a Seveso, una serata dal titolo “Minori & Social: essere genitori di nativi digitali” aperta a tutti genitori per riflettere insieme sui cambiamenti che l’avvento di Internet ha portato e sull’uso che ne fanno i loro ragazzi. Grazie all’esperienza accumulata negli anni dal contatto e dal confronto diretto coi ragazzi, l’informatico Andrea Massa ha potuto riportare le usanze e le mode maggiormente seguite dai teen, mentre le psicologhe Dott.ssa Sedini Stefania e Dott.ssa Nicole Ventura hanno fornito una fotografia del ragazzo d’oggi, spiegando i bisogni e le motivazioni che stanno dietro ai fenomeni quali Sexting-Grooming-Cyberbullismo e I.A.D. Infine praticante avvocato Matteo Meroni ha delineato le conseguenze civili e penali a cui si può incorrere con un uso sconsiderato del Web.

“L'IC di Via De Gasperi di Seveso – dichiara Laura Bizzozero, resp. cyberbullismo –  promuove da anni iniziative a favore di un utilizzo consapevole dei social network e per contrastare fenomeni di bullismo e di cyberbullismo.
È sempre più urgente operare in sinergia con le istituzioni, le famiglie e le associazioni sportive e culturali per favorire una maggior informazione e per ricercare strumenti educativi che possano aiutare i nostri ragazzi a vivere serenamente.
Ringraziamo pertanto il Comitato Genitori del nostro istituto, che ha contribuito ad  organizzare una serata su un tema così vitale con i giovani e validi esperti del "Progetto Massere" che da anni ci supportano anche negli interventi didattici nelle nostre classi”.

"La serata è stata una piacevole sorpresa - dichiara Sebastiana Alonzo, presidente dell’Associazione Comitato Genitori - gli esperti hanno anche il dono della "comunicazione alla portata di tutti", hanno accompagnato con delicatezza i genitori presenti all'incontro in un percorso di conoscenza del mondo web dei propri figli. L'aula magna piena fino alla fine e la partecipazione attiva dei presenti sono segni di successo".

"In passato ho assistito ad altri incontri sullo stesso tema - afferma Loredana, mamma di Marco (15anni) - questa volta sono rimasta piacevolmente sorpresa perché, oltre ad illustrare i diversi pericoli della rete, ci è stato mostrato il punto di vista dell'adolescente, i suoi bisogni, le sue conoscenze e limiti riguardo ai social. Ritengo questa ultima parte molto importante per riuscire a rimanere in contatto con i propri figli. Grazie"

 

Come Contattarci?


Vuoi metterti in CONTATTO con Noi? E' semplicissimo!

Compila il seguente modulo inserendo la richiesta ed un eventuale numero di telefono oppure scrivi una email a: sicurezzaminori@massere.itsarai ricontattato al più presto dal nostro Staff.

Alcuni Feedback

PROF.SSA LAURA
È stato un piacere assistere ad un incontro condotto da giovani competenti che ci hanno illustrato dal punto di vista tecnologico, psicologico e legislativo le potenzialità ma anche i pericoli delle nuove tecnologie, sottolineando l'importanza del ruolo educativo di genitori e docenti informati e consapevoli.


RUGGERO
(20 anni) - EDUCATORE

Il progetto è davvero utile! Tanto i figli quanto i genitori non si rendono conto che internet nasconde pericoli ovunque. Personalmente mi sento molto fortunato a aver partecipato a questo incontro e da allora sono più attento di ciò che "condivido" in internet della mia via vita!


RAFFAELLA
(39 anni) - GENITORE

Dopo l'incontro serale ho deciso di aprire un account facebook con mia figlia non ancora 13enne e di "imparare" insieme ad utilizzarlo abolendo di fatto i filtri parental-control


DAVIDE
(13 anni) - STUDENTE

La chiacchierata fatta a scuola mi ha fatto pensare su come utilizzo internet, soprattutto ai miei 1200 amici di facebook.