I principali PERICOLI sul WEB

Se ne parla sempre di più ultimamente, soprattutto per la dimensione che questo fenomeno sta raggiungendo: il sexting, diffusissimo sopratutto tra i teenager.
Ma cosa è il SEXTING? Si tratta dell'invio via MMS, via e-mail o pubblicazione su profili dei social network, di immagini personali sessualmente esplicite.

Il bullismo e’ un fenomeno molto diffuso oggi, non solo nelle scuole, ma anche in Rete.
Con il termine CYBERBULLISMO si indicano, pertanto, atti e molestie protratte nel tempo con l’ausilio di Internet e dei cellulari, il cui obiettivo è quello di danneggiare un’altra persona.

Di notte, più che dormire, i teenager vogliono SOCIALizzare.
Rimanere svegli tutta la notte per chattare su WhatsApp, postare commenti su Facebook o foto su Instagram: è la moda dei teenager.

Lo chiamano #VAMPING perché come i vampiri che si aggirano nelle ore notturne, gli adolescenti aspettano il buio per materializzarsi sui social media. 
Più che dormire, i teenager vogliono socializzare. Si può resistere alla tentazione quando hai a portata di mano smartphone e tablet? A volte, i ragazzi possono essere trascinati da tutti questi congegni elettronici. Non ce la fanno a smettere. Anche la pressione dei propri simili, però, può essere irresistibile.
Il fascino del vamping può essere legato anche alla volontà di distinguersi e di sentirsi parte di un club esclusivo. Insomma, partecipare ad una sorta di cyber-comunità notturna che ha i suoi appuntamenti e luoghi di ritrovo, riconoscendosi tramite hashtag.
Dai SONDAGGI effettuati nelle scuole in questi ultimi 3 anni, grazie al Progetto MASSERE (Sicurezza dei Minori sul Web), si nota l’aumento del numero di ragazzi che portano il cellulare o il tablet a letto.

A questo punto sorgono alcune domende:
Ma i genitori lo sanno? O lo fanno tutti di nascosto? A che ora vanno a letto? A che ora si addormentano realmente?


Quali possono essere le CONSEGUENZE sulla SALUTE? Scoprilo qui.


Qualche articolo interessante sul tema del #VAMPING:

“Così i cellulari fanno ammalare i ragazzi” [La Stampa]

Mamma, ho perso il sonno: i bambini non dormono più [Il Giornale]

Aiuto, mio figlio è un vampiro [Vanity Fair]

Adolescenti: dormono poco per colpa dello smartphone e rischiano la salute [OK Salute]

È il «GROOMING»il fenomeno che sta prendendo sempre più piede sul web. L’adescamento e gli abusi di minori sulla rete coinvolge ragazzi sotto i 18 anni.

Oggi come non mai i ragazzi, ma non solo, vogliono farsi vedere e notare sul web, cosa meglio di una foto?
SocialNetwork come Instagram, Facebook hanno diffuso sempre più la moda facendo aumentare i rischi per i minori su Internet come il SEXTING e la PEDOFILIA.

Con il termine NOMOFOBIA intendiamo quello stato ansioso che si manifesta quando non è possibile usare il telefono cellulare (perché è scarico, perché non c’è campo ecc.).

Offendere una persona tramite la bacheca di Facebook è REATO DI DIFFAMAZIONE a mezzo di stampa, a dichiararlo è ufficialmente la Cassazione con una sentenza di fine Aprile 2015 (numero 24431/15).

Il phishing è un tipo di truffa effettuata su Internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso.