La Densità superficiale - Esperimento scientifico

Osserviando l’acqua che sgocciola da un rubinetto chiuso male, ogni goccia che si forma rimane attaccata al rubinetto per un istante, prima di cedere alla gravità e di cadere in forma di sfera, ben delimitata dalla superficie esterna che la racchiude.

Le idrometre ed altri insetti si appoggiano sulla superficie di uno specchio d’acqua senza difficoltà, come se fosse solida; un ago galleggia se appoggiato delicatamente, nonostante il metallo abbia densità maggiore.

Questi fenomeni, e tanti altri ancora, sono gli effetti della tensione superficiale causata dalla coesione tra le molecole d’acqua, determinata a sua volta dai legami a idrogeno.

La tensione superficiale dà l'impressione che l'acqua abbia una sorte di pelle elastica e sottile.


ESPERIMENTO ACQUA:

Cosa occorre
Un bicchiere o una vaschetta, un ago (o una graffetta o una lametta), carta velina.

Come procedere
Versare l'acqua nel bicchiere. Appoggiare con cura l'ago sulla superficie dell'acqua in modo che non si bagni completamente. Si può osservare che l'acqua sostiene l'ago senza lasciarlo affondare.

Per facilitare la riuscita di questo tentativo disporre sull'acqua una strisciolina di carta velina e su questa adagiate l'ago. Piano piano, l'acqua inzupperà la strisciolina che finirà per affondare, mentre l'ago rimarrà alla superficie. E' possibile anche ripetere l'esperimento utilizzando una graffetta o una lametta

Osservando da vicino si mette in evidenza come questi oggetti non stiano galleggiando sull'acqua ma vi sono proprio appoggiati.


ESPERIMENTO CORDA:

Cosa occorre
Una caraffa, una corda, un contenitore vuoto.

Come procedere
Riempite la caraffa di acqua e annodate una estremità della corda al suo manico.

Fate passare la corda sopra il beccuccio della caraffa e tenete l’estremità libera appoggiata all’interno del contenitore.

Allontanate poi il contenitore dalla caraffa in modo che la corda sia ben tesa e, tenendo la caraffa proprio sopra il contenitore, iniziate a versare l’acqua.

L’acqua scorrerà lungo la corda.

Dopo che il flusso è iniziato spostate la caraffa più in basso, quasi a lato del contenitore e la tensione superficiale farà si che l’acqua continui a scorrere lungo la corda.


 

ESPERIMENTO DETERSIVO:

Cosa occorre
Alcuni piatti di plastica, forbici, una bacinella rettangolare, acqua pulita, pezzetti di sapone o sapone liquido.

Come procedere
Ricavate dalla base di un piatto una forma affusolata e praticate un piccolo incavo nella sua parte terminale.
Disponete la forma nella bacinella piena d’acqua e in corrispondenza dell’incavo posizionate un pezzo di sapone (oppure lasciate cadere una goccia di sapone liquido).

La vostra piccola zattera comincerà a muoversi sotto la spinta della tensione superficiale.

La velocità della zattera dipende fortemente dalla geometria della forma utilizzata, per verificarlo organizzate gare di velocità fra forme diverse, un rettangolo, una circonferenza, un triangolo.

Ricordate sempre di cambiare l’acqua dopo ogni prova.


ESPERIMENTO TESSUTO:

Cosa occorre
Una bottiglia, un pezzo di garza da medicazione, un elastico e dell’acqua.


Come procedere

Riempite la bottiglia con l’acqua e fissate la garza sull’imboccatura con l’elastico.
Ora provate a rovesciare il tutto!!!

La tensione superficiale si comporterà come una pelle e impedirà all’acqua di passare attraverso gli spazi nella trama della garza.

 


25 Maggio 2020
18 Maggio 2020
11 Maggio 2020
29 Aprile 2020
27 Aprile 2020