News

RACCOLTA ARTICOLI PRINCIPALI QUOTIDIANI

Messaggi a sfondo erotico tra un 45enne e una 15enne riminese: scatta la denuncia della madre. La Procura chiede la condanna ad un anno, l’imputato si difende: "Pensavo fosse maggiorenne".

Un 45enne abruzzese, insegnante di scuola media, è a processo a Rimini in quanto accusato di aver adescato una giovane studentessa – all’epoca quindicenne – attraverso i social network. Gli episodi oggetto di contestazione, risalenti al 2019, sono finiti sotto la lente di ingrandimento della polizia postale e hanno portato al rinvio a giudizio del docente. L’indagine era scaturita da una segnalazione presentata dalla madre della minorenne, insospettita da alcune chat in cui si era imbattuta controllando il cellulare della figlia adolescente. Messaggi dal contenuto allusivo ed esplicito che avevano fatto suonare un campanello d’allarme, spingendo la donna a rivolgersi alle forze dell’ordine, con successiva apertura di un fascicolo da parte della Procura distrettuale di Bologna. Utilizzando degli pseudonimi e dei profili fittizi, stando alla ricostruzione degli inquirenti, il professore avrebbe intrattenuto con la giovanissima degli scambi di messaggi dai toni spinti attraverso la chat di Instagram. Una sorta di ’gioco’ a sfondo erotico tra il professoresse e la studentessa riminese, che all’epoca dei fatti non aveva ancora compiuto la maggiore età.

Tags:

Si tratta di patologie in forte aumento che colpiscono già dai 12 anni, soprattutto le ragazze.

La sfida che corre in rete è quella di mangiare tanto, troppo poco, o solo determinati cibi tanto da attirare l’attenzione degli esperti sul legame tra disturbi alimentari ed esposizione ai video online.
Elevati rischi per la salute e il messaggio negativo che trasmettono.
Le sfide che stanno impazzando su instagram e Tik Tok, gare allestite in ristoranti, trattorie, gastronomie o fornerie dove gli avventati partecipanti si cimentano in imprese mangerecce al limite delle umane capacità e a volte anzi spesso anche oltre.

Crescono a vista d'occhio le segnalazioni di adescamento e abusi legati alla piattaforma.

Progetto MASSERE - Sicurezza dei Minori sul Web

Iniziamo a capire che cos'è DISCORD?

Discord è una piattaforma di comunicazione vocale e testuale progettata principalmente per la comunità di giocatori, sebbene sia utilizzata anche in altri contesti. È un'applicazione di chat e voce multi-piattaforma che permette agli utenti di creare server privati o pubblici per comunicare con altri utenti tramite messaggi di testo, chiamate vocali e videochiamate.
Discord offre diverse funzionalità, inclusi canali di testo organizzati in categorie, canali vocali per comunicare verbalmente con altri utenti, integrazione con servizi di streaming e notifiche personalizzabili. Gli utenti possono unirsi a server dedicati a specifici giochi, interessi o comunità, o possono creare i propri server per connettersi con amici, colleghi o persone con interessi simili.
Si può creare uno spazio in cui sentirsi partecipe: I server Discord sono organizzati in canali tematici in cui puoi collaborare, condividere o semplicemente parlare della tua giornata senza intasare una chat di gruppo.

Come nella maggior parte dei social è prevista un'età minima di iscrizione, sul Termini del Servizio è indicata in 13 anni anche se nella lista delle età minima relativa ai singoli paesi è indicata 14+.

Con il termine “SHARENTING” si intende quel fenomeno di  condivisione online costante da parte dei genitori di contenuti come foto, video, storie che riguardano i propri figli/e.

Il termine deriva dagli Stati Uniti, dalle parole inglesi “share” (condividere) e “parenting” (genitorialità), anche se bisognerebbe utilizzare il termine “over-sharenting”, ovvero l’eccessiva e costante sovraesposizione online di bambini/e. Nella maggior parte dei casi questa esposizione avviene senza il loro consenso, perché troppo piccoli oppure perché il consenso non viene richiesto.

Naturalmente l'eccessiva divulgazione di informazioni (testi ed immagini) non coinvolge esclusivamente i genitori, ma anche parenti (nonni, zii) e amici, amplificandone la diffusione e relativa perdita di controllo sui contenuti.

Il GAMING, argomento sempre più discusso durante i nostri incontri con genitori e alunni, oggi vogliamo fare un focus su come poter dare al proprio figlio un videogioco adatto.

Il sistema di classificazione in base all'età PEGI (Pan-European Game Information) è stato istituito per aiutare i genitori europei ad adottare decisioni informate nell'acquisto di giochi per computer. Lanciato nella primavera del 2003, il sistema PEGI ha sostituito svariati sistemi nazionali di classificazione in base all'età e si è affermato come sistema unico attualmente utilizzato in gran parte dell'Europa, in più di 35 paesi.

Non è la prima volta che parliamo di sfide/challenge con foto e video sui binari del treno. Il focus di oggi è sulla"train planking challenge" dove i ragazzi rischiano la propria vita per un selfie o video che li ritrae in pericolosissimi contesti come strade, autostrade, tangenziali e binari ferroviari.

Due ragazzi minorenni stavano saltando la corda lungo i binari, alla stazione ferroviaria di Santa Maria degli Angeli. Si sono allontanati prima dell'arrivo di un treno, grazie all'intervento della polizia.
Gli agenti del commissariato di Assisi, intorno alle 23, sono intervenuti sul posto in seguito a una segnalazione e sono riusciti ad individuare i due ragazzi che alla vista dei poliziotti sono fuggiti.

Dopo aver informato la polizia ferroviaria di quanto accaduto, al fine di notiziare anche il capotreno, gli operatori hanno perlustrato la zona alla ricerca dei due giovani, anche al fine di scongiurare eventuali incidenti. Appurato che i ragazzi si erano allontanati e che la strada ferrata era libera, gli agenti hanno comunicato la situazione al capotreno. Nel frattempo, i poliziotti si sono appostati lungo la banchina per evitare un eventuale ritorno dei ragazzi e consentire al treno di transitare in sicurezza.

Fonte: Ansa.it

@suitelifeofjakeandkai That was a close one! 😱 #train #subway #fup #fup #comedy #funny #challenge ♬ dźwięk oryginalny - ddob

ARTICOLI CORRELATI: