ARTICOLI / NEWS

Cosa si intende per REVENGE PORN?

Per revenge porn intendiamo la pubblicazione di foto e video di atti sessuali per vendetta da parte di ex partner, naturalmente senza consenso.
Il pericoloso fenomeno può considerarsi la più estrema conseguenza del SEXTING.

E' di qualche mese fa il caso di Tiziana Cantone [Corriere della Sera - La vergogna di Tiziana: «Ero fragile e depressa, i video sono 6»].
Ad oggi in Italia, a differenza di altri paesi, come Israele, Germania, Regno Unito, 34 stati degli Stati Uniti e Australia, non esiste una legge specifica sul revenge porn che tuteli le vittime. Rientra nella fattispecie del reato di diffamazione e di violazione della privacy, ma affidarsi al garante della privacy o ricorrere in giudizio richiede periodo assai lungo.


Il 27 settembre 2016 è stata presentata una Proposta di Legge dal titolo "Introduzione dell’articolo 612-ter del codice penale, concernente il reato di diffusione di immagini e video sessualmente espliciti".

Il cosiddetto « re- venge porn » è l’espressione anglosassone con cui si indica la pubblicazione sul web di foto o video, anche molto intimi ed espliciti, a scopo di vendetta. Spesso accade che la diffusione di un certo tipo di imma- gini o video pornografici segua la fine di una relazione sentimentale e venga utiliz- zata come strumento di vendetta nei con- fronti delle vittime, che sono prevalente- mente donne.
La « vendetta porno » è l’esempio più estremo di come, in certi casi, le nuove tecnologie vengano utilizzate da alcuni uo- mini con l’unico scopo di esercitare il po- tere e il controllo sulle donne. Sono sempre più numerose le vicende di cronaca che vedono protagoniste giovani donne che, senza aver espresso alcun consenso, sco- prono online, sui social network, proprie immagini intime, ormai condivise da un numero molto elevato di utenti, quindi di- venute « virali ». Si tratta di episodi gravissimi, che hanno ripercussioni a livello psi- cologico inimmaginabili, spingendo in al- cuni casi le vittime fino a gesti estremi.  [Leggi PDF Completo qui]

Parlando di SEXTING e revenge-porn la maggior parte dei genitori DOMANDA spesso:

  • Le vittime sono più maschi o femmine? La risposta è femmine, come per il sexting anche il revenge-porn ha per quasi il 90% le ragazze/donne come vittime.
  • Quali possono essere le conseguenze? Stress e depressione nel 93% dei casi, il 47% delle vittime ha avuto pensieri suicidi e il 49% ha subito episodi di stalking online
  • Che età colpisce? La fascia di età più diffusa è quella tra i 13 e i 25 anni, anche se la cronaca presenta diversi casi di donne più grandi.
  • I canali principali sono i SocialNetwork. Facebook e Instagram i più utilizzati anche se WhatsApp si sta diffondendo nell'ultimo semestre.


Google ha introdotto una speciale sezione permettendo all'utente di richiedere la rimozione dei contenuti. Tra i requisiti per la rimozione troviamo:
  • Vieni mostrato nudo o durante un atto sessuale
  • I contenuti dovevano essere privati
  • Non hai mai autorizzato la divulgazione pubblica dei contenuti
25 Maggio 2020
18 Maggio 2020
11 Maggio 2020
29 Aprile 2020
27 Aprile 2020