INCONTRI ALUNNI / GENITORI / EDUCATORI

Varedo: Essere un GENITORE Soci@le

Dopo il successo del 2016, il Progetto MASSERE torna a Varedo con una serata dedicata ai genitori sulla Sicurezza dei Minori sul Web.
Martedì 9 aprile, presso la scuola secondaria di I° Grado “G. Agnesi” si è tenuta una serata dal titolo Essere un genitore Soci@le.

Progetto MASSERE - Essere un GENITORE Soci@le [VAREDO 2019] - Andrea Massa

L’evento, organizzato dal Comune di Varedo (in particolare l’Assessorato ai Servizi Ricreativi e Culturali) in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Bagatti Valsecchi, ha visto come relatori lo staff del Progetto Massere – Sicurezza Minori sul Web.

Il Prof. Massimo Morselli, dirigente dell’Istituto, dopo aver ringraziato l’amministrazione del Comune di Varedo per la realizzazione della serata, ha presentato i relatori ed ha dato il benvenuto a tutti i presenti.

La serata si è aperta con un intervento dell’esperto informatico dott. Andrea Massa che ha analizzato i social network più diffusi tra i ragazzi (nativi digitali) nonché l’età e l’utilizzo dei primi smartphone e le differenze con quanto viene fatto dagli adulti (immigrati e tardivi digitali). Successivamente le dott.sse Stefania SediniNicole Ventura hanno affrontato il cyberbullismo, il sexting, le mode più diffuse e le dipendenze, fornendo ai genitori qualche consiglio utile per le sfide quotidiane. I temi sono stati arricchiti dall’intervento del giurista dott. Matteo Meroni che ha analizzato i risvolti legali di quanto affrontato ed i possibili problemi giuridici legati alla privacy. Infine, Andrea Massa ha spiegato il funzionamento dei parent control e le problematiche del vamping e sleep-texting.

La serata ha visto la partecipazione di numerosi genitori che hanno riempito l’Aula Magna dell’Istituto, tra i presenti anche l’assessore del Comune Cristina Tau e la dirigente del Comune Alessandra Cremonesi (amministrazione che già nel 2016 aveva organizzato con il Progetto di Massere un evento molto gradito ai partecipanti dal titolo “Educare al tempo di internet”).

Andrea Massa - massereNel 2010 - dichiara il fondatore del progetto – Andrea Massa, abbiamo iniziato a portare il concetto di consapevolezza dell’uso di internet/social ad alunni, docenti e genitori sia nelle scuole che negli oratori con l’idea di offrire una visione completa delle tematiche sempre in aggiornamento dal punto di vista informatico, psicologico e legale.

Siamo soddisfatti dei feedback che riceviamo dal nostro pubblico.

Al termine della serata, i genitori hanno approfittato di uno spazio domande, formulando ai relatori diversi quesiti e condividendo con i presenti la propria esperienza. “È stata una lunga giornata di lavoro, ma sono davvero felice che, nonostante la stanchezza, ho partecipato alla serata perché è stata davvero molto utile”, dice una mamma al termine dell’evento.

La serata ha lasciato tutti i partecipanti molto soddisfatti e ricchi di contenuti.

Ho trovato l’incontro, afferma Natalia, mamma di Jacopo 14 anni e Sofia 8 anni, molto interessante e ho apprezzato il lavoro di squadra dello Staff di Massere, molto competenti. Grazie a questa serata ho acquisito nuove informazioni che mi  hanno permesso di capire meglio come relazionarmi con mio figlio adolescente sui temi relativi al web. Inoltre è stato utile per avere più cognizione dei rischi della rete, avendo anche una figlia più piccola.

Come Contattarci?


Vuoi metterti in CONTATTO con Noi? E' semplicissimo!

Compila il seguente modulo inserendo la richiesta ed un eventuale numero di telefono oppure scrivi una email a: sicurezzaminori@massere.itsarai ricontattato al più presto dal nostro Staff.

Alcuni Feedback

PROF.SSA LAURA
È stato un piacere assistere ad un incontro condotto da giovani competenti che ci hanno illustrato dal punto di vista tecnologico, psicologico e legislativo le potenzialità ma anche i pericoli delle nuove tecnologie, sottolineando l'importanza del ruolo educativo di genitori e docenti informati e consapevoli.


RUGGERO
(20 anni) - EDUCATORE

Il progetto è davvero utile! Tanto i figli quanto i genitori non si rendono conto che internet nasconde pericoli ovunque. Personalmente mi sento molto fortunato a aver partecipato a questo incontro e da allora sono più attento di ciò che "condivido" in internet della mia via vita!


RAFFAELLA
(39 anni) - GENITORE

Dopo l'incontro serale ho deciso di aprire un account facebook con mia figlia non ancora 13enne e di "imparare" insieme ad utilizzarlo abolendo di fatto i filtri parental-control


DAVIDE
(13 anni) - STUDENTE

La chiacchierata fatta a scuola mi ha fatto pensare su come utilizzo internet, soprattutto ai miei 1200 amici di facebook.