ARTICOLI / NEWS

DIGITAL DETOX DAYS: un giorno per ricordarsi di vivere offline

Ieri, 1 Luglio 2018 si è tenuta la seconda edizione del Digital Detox Day, una giornata proposta dall'agenzia di comunicazione Ella, volta a favorire la "disintossicazione dalla Rete. L'iniziativa, rivolta agli hotel associati, era quella di dotarsi di una scatola, la Digital detox box, e chiedere agli ospiti di riporvi il proprio dispositivo per 24 ore.

Questa iniziativa, come altre, nasce dalla constatazione che l'utilizzo massiccio che le persone fanno della Rete, sta creando un circolo vizioso e pericoloso. Anche la psicologia si è accorta di questo preoccupante fenomeno e ha introdotto la IAD (Internet Addiction Disorder) nel manuale diagnostico DSM-IV in quanto è stata riconosciuta come una vera e propria patologia al pari della dipendenza da gioco d'azzardo o simili. Anche in Italia si sta sempre di più diffondendo tanto che un recente rapporto del Censis disegna un quadro preoccupante: il 61% degli italiani usa il cellulare a letto, il 34% a tavola e il 14% anche alla guida, mentre il 28% è costretto ad ammettere la dipendenza da internet. Questi dati, insieme a quelli da noi raccolti negli anni di incontri, mostrano che a "caderci" sono per lo più adolescenti e ragazzini che rimangono intrappolati nel mondo virtuale. Infatti questi giovani dall'identità fragile e indefinita, vedono in Internet un mondo di possibilità e scelta: creandosi quell'identità che nella vita reale non sono riusciti. Si costruiscono il loro alter ego, con caratteristiche più seducenti e piacevoli, trovando in questo quell'appagamento, che seppur momentaneo, va a rinforzare il loro  sgretolabili ego. Come spiga Marino D'Amore, (docente ed esperto di comunicazioni di massa),"I media come Internet, sovrappongono il mondo virtuale a quello reale, rendono visibile un privato poco interessante e consentono così di cercare quell'appagamento e quella gratificazione che la realtà nega".

Nei nostri incontri ci rendiamo infatti conto, parlando coi ragazzi,  che per loro Internet è diventata la "nuova piazza" e per questo ci mettono impegno nella cura dei loro profili Social, postando foto modificate, usando i filtri migliori e avvalendosi del # più di tendenza; al solo scopo di ottenere like e commenti positivi. Perché sono questi che indicano, per loro, il valore e l'apprezzamento di un persona. 

Per tali motivi, se da un lato iniziative come questa del Detox Day possono essere utili per aiutare le persone a ridare il giusto peso al mondo offline; da sole non bastano. Come afferma Michele Maisetti, psicologo e direttore dell'Asp (Associazione italiana psicologi), serve educarsi ed educare a un utilizzo consapevole e sano". Questo è l'impegno che il Team Massere sta svolgendo da anni con incontri coi ragazzi, i maggiori fruitori e con genitori e educatori attraverso l'informazione e la formazione. Solo proponendo momenti di questo tipo, si può riflettere e lavorare assieme affinché ci sia una vera e propria educazione all'uso di Internet e dei Social Network.

Fonte: Detox day, disintossicarsi dallo smartphone per vivere meglio [30.06.2018]

 

Autore:
Dott.sa Nicole Ventura
PSICOLOGIA - Progetto MASSERE

 

25 Maggio 2020
18 Maggio 2020
11 Maggio 2020
29 Aprile 2020
27 Aprile 2020