ARTICOLI / NEWS

NINNA NANNA, NINNA OH, QUESTO TABLET A CHI LO DO?

 
 
                                                  Immagine correlata
Sono sempre di più gli studi sulla qualità del sonno in bambini e adolescenti che utilizzano dispositivi elettronici e digitali a letto e prima di dormire.
Secondo un nuovo studio condotto presso l’università del Colorado-Boulder e pubblicato sulla rivista Pediatrics i bambini e gli adolescenti sono particolarmente vulnerabili agli effetti dei dispositivi elettronici, come smartphone e tablet, i quali possono interferire con la qualità del sonno e riducono le ore di riposo.
 
Sono state prese in esame le abitudini di 454 bambini e adolescenti e sono emersi i seguenti dati: il 60% di loro va a letto con il cellulare, il 45% lo usa come sveglia e ben il 90% dei bambini tra i 5 e i 17 anni vanno a letto tardi, dormono poco e male proprio perché non riescono a state lontani dallo smartphone quando invece dovrebbero riposare durante la notte.
 
I ricercatori hanno spiegato che la luce emanata dai dispositivi ha degli effetti negativi sui ritmi circadiani e sulla fisiologia del sonno, abbassando il livello di melatonina del corpo, l’ormone che regola il ritmo sonno-veglia. La luce è il nostro orologio naturale. Quando la luce colpisce la nostra retina durante le ore serali, invia una cascata di segnali al sistema circadiano al fine di tenere a bada la melatonina e di ritardare ilsonno”, ha spiegato Monique LeBourgeois, professore associato del dipartimento di fisiologia al CU Boulder e autrice dello studio.
                                     
Gli studiosi sottolineano che esposti alla stessa intensità di luce, adulti e bambini producono una risposta diversa, in quanto, il livello di melatonina dei bambini si riduce di ben due volte in più rispetto al livello negli adulti.
 
Questo fenomeno conosciuto come VAMPING, non ha solo effetti fisiologici sul sonno ma comporta anche ricadute sui vissuti emotivi legati ad esso in quanto non si permette al bambino quella fase di rilassamento emotivo e cognitivo che accompagna al sonno ma resta fortemente attivato dai contenuti che sta guardando.
 
Alcuni suggerimenti?
a) Limitare l’utilizzo dei media digitali ai bambini nelle ore che precedono il sonno notturno;
b) Spegnere tutti i dispositivi nelle stanze da letto, e collocarli in una stanza lontana;
c) dare delle regole sull’utilizzo dei dispositivi (tempo, orario, tipologia).
 
 
 
 
 
 
18 Maggio 2020
11 Maggio 2020
29 Aprile 2020
27 Aprile 2020
27 Aprile 2020