INCONTRI ALUNNI / GENITORI / EDUCATORI

“Sicurezza dei minori in internet” è un’idea nata dalla collaborazione dell’informatico Andrea Massa e delle psicologhe cliniche Sara Oltolini, Stefania Sedini e Nicole Ventura. È un progetto dedicato sia ai ragazzi che agli adulti (genitori, insegnanti, educatori) per informarli sugli aspetti di pericolo in cui si può incorrere nell’utilizzo di internet e dei social, riflettendo sui cambiamenti relazionali e educativi che questi hanno comportato negli anni. Per il secondo anno consecutivo il team si è affacciato alla realtà oratoriale e, grazie alla disponibilità di Don Sergio Massironi e della Parrocchia di Cesano Maderno, nel mese di Marzo si sono tenuti, presso l’Oratorio della Sacra Famiglia, due incontri: Giovedì 20 Marzo e Domenica 31 Marzo. Il primo si è rivolto agli educatori, un momento per confrontarsi sul significato di questo ruolo di confine in relazione alla tecnologia “social”. Il secondo, dedicato ai genitori di elementari, medie e superiori, ha affrontato la questione del divario digitale tra loro e i ragazzi, i “nativi digitali”, cercando di domandarsi e di riflettere sulle possibilità di colmarlo attraverso maggiori conoscenze, consapevolezze e regole. I riscontri sono stati positivi e si spera in un’ulteriore futura collaborazione.

Il Progetto continuerà nel mese di Aprile nelle scuole, 3 giorni con i ragazzi delle Medie di Lentate sul Seveso per una chiacchierata informale sui principali pericoli del web.

Andrea Massa - massere
Andrea Massa - massere Andrea Massa - massere

 

Presso l’Istituto Comprensivo di Lentate sul Seveso è stato avviato, grazie alla collaborazione del corpo docenti, il primo step di un progetto triennale promosso dall’ingegnere informatico Andrea Massa, la psicologa clinica Sara Oltolini e la dott.ssa Stefania Sedini inerente al tema dei social network.

Nei giorni 18, 19 e 21 Febbraio 2013 sono state incontrate tutte le classi medie per affrontare una delle tematiche che, al giorno d’oggi, risulta essere trasversale, complessa e ambigua: i minori, internet e i social network. Sono stati affrontati sia gli aspetti di pericolo come il cyberbullismo, l’adescamento o sexting, che i ragazzi corrono navigando liberamente in internet; sia di riflessione e di dibattito quali il senso dell’amicizia reale e virtuale, il contatto con la realtà. Si è cercato quindi di aprire un dialogo e uno spazio di pensiero su questo “nuovo mondo” declinando le modalità e gli obiettivi in funzione della classe (prima media, seconda media e terza media) e delle conoscenze dei ragazzi sul tema.

E’ inoltre previsto un incontro serale con i docenti e i genitori dei ragazzi il 22 marzo 2013 per dar loro un feedback sul lavoro svolto in classe e per condividere delle riflessioni e rispondere a delle loro curiosità.

 

 

Per il secondo anno consecutivo, l’Istituto Comprensivo di Barlassina, ha accolto un’iniziativa promossa dall’informatico Andrea Massa, la psicologa clinica Sara Oltolini e la dott.ssa Stefania Sedini inerente al tema dei social network.

Il 30 Gennaio 2013 sono state incontrate tutte le classi delle medie per affrontare una delle tematiche che, al giorno d’oggi, risulta essere trasversale, complessa e ambigua: i minori, internet e i social network.

Attraverso una chiacchierata con i ragazzi si sono affrontati sia gli aspetti di pericolo come il cyber bullismo, l’adescamento o sexting, che i ragazzi corrono navigando liberamente in internet; sia di riflessione e di dibattito quali il senso dell’amicizia reale e virtuale, il contatto con la realtà.
Si è cercato quindi di aprire un dialogo e uno spazio di pensiero su questo “nuovo mondo”.
Inoltre grazie alla collaborazione del corpo docenti è stato possibile effettuare un sondaggio pre –incontro, ai ragazzi, teso a raccogliere dei dati (ore al pc, locazione del pc, età primo cellulare… ) da confrontare con alcune statistiche Nazionali e creare una baseline di partenza.
Infine nel mese di Novermbre si è tenuto anche un incontro con i docenti stessi per coinvolgerli e informarli sul progetto e per dare anche a loro un tempo in cui discutere e aumentare le competenze in questo ambito.

Evento: Nativi Digitali e divario DigitaleMartedì 29 gennaio alle ore 21.00, presso il Teatro Sant’Angelo di Lentate sul Seveso, si è tenuto l’incontro condotto dall’ingegnere informatico Andrea Massa, la psicologa clinica Sara Oltolini e  la dott.ssa Stefania Sedini: “Nativi digitali  e divario digitale. I ragazzi e gli adulti a confronto tra piattaforme web e tecnologie digitali”.  

In occasione della settimana dell’educazione promossa dal Centro Parrocchiale,  i genitori della comunità sono stati invitati a una serata pensata per approfondire e confrontarsi su un tema di estrema attualità quale internet e il divario generazionale/digitale  tra  i ragazzi di oggi, i  cosiddetti “nativi digitali” e i loro genitori o meglio “immigrati e tardivi digitali”.

Si è tentato di riflettere su come le regole date in famiglia e quelle dettate dalla società, che cambia a ritmi sempre più elevati, siano mutate nel tempo e come i genitori stessi vivano il presente.
Sono stati trattati sia temi più informativi per promuovere le conoscenze sul mondo di internet, il suo linguaggio e le sue potenzialità sia positive che negative; sia tematiche più riflessive ed educative sulla sicurezza dei propri figli nel mondo virtuale.

Parte del materiale pubblicato è possibile visualizzarlo sul sito www.massere.it e su facebook all’indirizzo www.facebook.com/SicurezzaMinoriSuInternet

Andrea Massa - massereIl giorno giovedi 7 giugno 2012 presso l’Istituto Comprensivo di Barlassina si è tenuto un interessante incontro sul tema della sicurezza dei MINORI su internet.
La Scuola si è dimostrata ancora una volta attenta e vicina ai propri ragazzi, l’evento infatti, tenuto dall’ingegnere informatico Andrea Massa, dalla psicologa clinica Sara Oltolini e dalla dott.sa Stefania Sedini ha voluto sottolineare l’importanza del significato di amicizia reale e virtuale, andando ad approfondire, attraverso una chiacchierata informale con gli alunni, i pericoli reali che i minori corrono navigando liberamente su internet come il sexting, la perdita del senso della realtà, la violazione della privacy, il cyber bullismo e l’adescamento.
Il sondaggio effettuato nella scuola ha confermato i risultati delle statistiche italiane, gli adolescenti italiani preferiscono sempre più una vita virtuale, i ragazzi nati nell’età della tecnologia si dimostrano a loro agio con smatphone, table e PC ma forse rischiano realmente di non godersi al massimo la vita e le vere emozioni.

 

 

Il giorno venerdi 10 febbraio 2012 presso la Scuola Media “Leonardo da Vinci” di Seveso si è tenuto un interessante incontro sul tema della sicurezza dei MINORI su internet.

La Scuola si è dimostrata ancora una volta attenta e vicina ai propri ragazzi, l’evento infatti, tenuto dal’ingegnere informatico Andrea Massa e dalla psicologa clinica Sara Oltolini ha voluto sottolineare l’importanza del significato di amicizia, e approfondire i pericoli reali che i minori corrono navigando liberamente su internet come il sexting, la violazione della privacy, il cyber bullismo, l’adescamento  e la perdita del senso della realtà.

La sera invece è toccato ai genitori approfondire il delicato tema dei minori sui Social Network, ne è nata un’interessante discussione sul rapporto che i propri figli hanno con il mondo internet dal quale si deduce una globale preoccupazione e voglia di informazione per cercare di avvicinarsi al figlio.

Andrea Massa - massereL’Istituto Paci di Seregno,  venerdi 15 aprile, ha organizzato un evento con titolo:
“I Social Network”.

I relatori, l’ingegnere informatico Andrea Massa e la psicologa clinica Sara Oltolini, hanno coinvolto i ragazzi, accompagnati dai loro docenti, in una piacevole chiacchierata esponendo loro i principali aspetti positivi e negativi dell’utilizzo di Facebook.
Tra gli argomenti si è discusso di Privacy, del significato di amicizia reale o amicizia virtuale in rete, di Facebook visto come passatempo o come vera e propria dipendenza, sui reali pericoli che esistono con un uso “poco attento” dei Social Network.
Il significato vero di amicizia e di privacy sono stati i concetti principali del momento di riflessione, i ragazzi sono intervenuti  con molto interesse e curiosità su un argomento a loro vicino, soprattutto durante il rapporto tra Facebook e le scuole con esempi di provvedimenti disciplinari e processi penali in atto in alcuni istituti italiani.

Il Preside dell’Istituto, il Prof. Benedetto Colella, ha in programma in futuro altri eventi, in particolare una serata dedicata ai genitori per farli avvicinare meglio al concetto di Internet  e Social Network.

Andrea Massa - massere

Come Contattarci?


Vuoi metterti in CONTATTO con Noi? E' semplicissimo!

Compila il seguente modulo inserendo la richiesta ed un eventuale numero di telefono oppure scrivi una email a: sicurezzaminori@massere.itsarai ricontattato al più presto dal nostro Staff.

Alcuni Feedback

PROF.SSA LAURA
È stato un piacere assistere ad un incontro condotto da giovani competenti che ci hanno illustrato dal punto di vista tecnologico, psicologico e legislativo le potenzialità ma anche i pericoli delle nuove tecnologie, sottolineando l'importanza del ruolo educativo di genitori e docenti informati e consapevoli.


RUGGERO
(20 anni) - EDUCATORE

Il progetto è davvero utile! Tanto i figli quanto i genitori non si rendono conto che internet nasconde pericoli ovunque. Personalmente mi sento molto fortunato a aver partecipato a questo incontro e da allora sono più attento di ciò che "condivido" in internet della mia via vita!


RAFFAELLA
(39 anni) - GENITORE

Dopo l'incontro serale ho deciso di aprire un account facebook con mia figlia non ancora 13enne e di "imparare" insieme ad utilizzarlo abolendo di fatto i filtri parental-control


DAVIDE
(13 anni) - STUDENTE

La chiacchierata fatta a scuola mi ha fatto pensare su come utilizzo internet, soprattutto ai miei 1200 amici di facebook.