News

RACCOLTA ARTICOLI PRINCIPALI QUOTIDIANI

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Durante i nostri due ultimi incontri con i genitori abbiamo ricevuto molte domande su questa sindrome, oggi cercheremo di spiegarvi meglio chi sono gli HIKIKOMORI.
In Italia le stime parlano di 30mila casi ma potrebbero essere di più i giovani che non vogliono uscire dalla loro camera per mesi, a volte anche per anni. Tra i sintomi del malessere, avversione per la società, fobia scolastica e fuga in Rete.
Letteralmente "stare in disparte, isolarsi",dalle parole hiku "tirare" e komoru "ritirarsi") è un termine giapponese usato per riferirsi a coloro che hanno scelto di ritirarsi dalla vita sociale, spesso cercando livelli estremi di isolamento e confinamento.
I primi casi italiani, sporadici e isolati, sono stati diagnosticati nel 2007, e da allora il fenomeno ha continuato a crescere e, seppure con numeri diversi da quelli giapponesi, a diffondersi.

Anche Le Iene qualche mese fa hanno fatto un servizio dal titolo: Hikikomori: i nuovi eremiti. Siamo andai in un centro che aiuta i ragazzi colpiti da questo disagio sociale a reintrodursi nella società. [Guardalo online QUI]

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Dai nostri sondaggi più del 95% dei ragazzi delle Medie possiede uno Smartphone ed un collegamento ad Internet. Tutti utilizzano WhatsApp per comunicare tra loro ma quanti conoscono veramente lo strumento? Visto che anche alcuni genitori, durante gli incontri, ci richiedono informazioni più specifiche vediamo insieme alcune particolarità:

Cosa significa la doppia spunta accanto al messaggio?
La doppia spunta appare accanto ad ogni messaggio inviato ed indica:

  • 1 punta grigia: messaggio inviato con successo.
  • 2 spunte grigie: messaggio consegnato con successo al telefono del destinatario.
  • 2 spunte azzurre: il destinatario ha letto il messaggio.

In una chat di gruppo, il secondo segno di spunta appare quando tutti i partecipanti al gruppo hanno ricevuto il tuo messaggio. La doppia spunta blu appare quando tutti i partecipanti al gruppo hanno letto il tuo messaggio.

Posso verificare un account WhatsApp su più telefoni o più numeri?
Il tuo account WhatsApp può essere verificato solo con un numero e solo su un dispositivo alla volta. Se hai un telefono dual SIM, devi scegliere un numero per verificare WhatsApp. Non è possibile avere un account WhatsApp su due numeri di telefono.

Posso recuperare le chat eliminate?
Crediamo che le chat siano molto importanti, per questo siamo al lavoro per fare in modo che non vengano mai perse. Tuttavia, nel caso in cui venissero cancellate o perse, non siamo in grado di aiutarti a recuperare i messaggi perché non conserviamo la tua cronologia chat WhatsApp nel nostro sistema. [Ricordiamo che è sempre possibile memorizzare le chat attraverso backup come iCloud, GoogleDrive e OneDrive].

Perché WhatsApp usa il mio numero di telefono e la mia rubrica?
Ti chiediamo il tuo numero di telefono perché in questo modo WhatsApp indirizza i messaggi di chat fra te e i tuoi contatti, in modo del tutto simile al sistema degli SMS. [Scopri i dettagli]

Cosa significa Crittografia end-to-end?
La privacy e la sicurezza sono nel nostro DNA, motivo per il quale abbiamo introdotto la crittografia end-to-end nelle ultime versioni della nostra applicazione. Quando crittografati end-to-end, messaggi, foto, video, messaggi vocali, documenti e chiamate non potranno cadere nelle mani sbagliate.
La crittografia end-to-end è disponibile quando tu e i destinatari dei tuoi messaggi utilizzate le ultime versioni di WhatsApp.
La crittografia end-to-end di WhatsApp assicura che solo tu e la persona con cui stai comunicando possiate leggere ciò che viene inviato, e nessun altro in mezzo, nemmeno WhatsApp. I messaggi sono protetti con un lucchetto, e solo tu e il tuo destinatario avete la chiave speciale necessaria per sbloccarli e leggerli. Per una maggiore protezione, ogni messaggio inviato ha un proprio lucchetto e una propria chiave unici. Tutto questo avviene automaticamente: non c'è bisogno di attivare alcuna impostazione o creare speciali chat segrete per proteggere i messaggi.

Cosa succede quando blocco qualcuno?
Quando blocchi qualcuno su WhatsApp, non potrai più ricevere messaggi o chiamate WhatsApp da quel contatto.

  • I messaggi WhatsApp inviati da un contatto bloccato non compariranno sul tuo telefono e non verranno mai consegnati.
  • Le informazioni sul tuo ultimo accesso e online non saranno più visibili ai contatti bloccati.
  • Gli aggiornamenti al tuo messaggio di stato non saranno più visibili ai contatti bloccati.
  • Gli aggiornamenti alla tua immagine del profilo non saranno più visibili ai contatti che hai bloccato.
  • Non potrai chiamare o inviare messaggi a un contatto bloccato fintanto che rimarrà bloccato.

Attenzione: Se sblocchi un contatto non riceverai le chiamate o i messaggi che quella persona ti ha spedito durante il blocco.
Scopri se qualcuno ti ha bloccato.

Cosa significano ultimo accesso e online?
Online e ultimo accesso indicano se i tuoi contatti sono online, oppure qual è stata l'ultima volta che hanno usato WhatsApp.
Online significa che il contatto ha WhatsApp aperto in primo piano sul proprio dispositivo ed è connesso ad Internet. Ciò non significa necessariamente che il contatto abbia letto il tuo messaggio.
Ultimo accesso si riferisce all'ultima volta in cui il contatto ha usato WhatsApp. Tramite le impostazioni di privacy, hai l'opzione di controllare chi può vedere il tuo stato di ultimo accesso. Non è possibile nascondere di essere online.

Altre DOMANDE frequenti:

 

Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere la Guida Online di WhatsApp disponibile QUI

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ne parliamo spesso durante i nostri incontri, l'adescamento di minori online - grooming è un pericoloso fenomeno in aumento in Italia.

La prevenzione e il contrasto della pedopornografia online da parte della Polizia postale e delle comunicazioni ha portato, nel corso del 2016, ad effettuare 51 arresti e a 449 denunce nell'ambito di ben 576 indagini.

pericolo-grooming.jpg

L'adescamento online di minori – Sul fronte della pedopornografia, gran parte delle indagini condotte dal Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia online ha riguardato il fenomeno dell'adescamento in rete dei minori. Fenomeno che gli agenti non esitano a definire allarmante e che è in continua crescita: 313 i casi affrontati, che hanno portato ad arrestare sei persone e a denunciarne altre 177. Degli oltre 21mila siti Internet monitorati dagli agenti, 1.972 sono stati inseriti nella black list. Tra le operazioni effettuate in quest'ambito, anche quella che ha portato dietro le sbarre sette persone nell'ottobre scorso.

Leggi l'articolo completo su: SKY TG 24

Tra i canali di adescamento più diffusi oltre ai Social Network è in forte aumento il mondo del gaming, sempre più ragazzi vengono contattati da sconosciuti durante un gioco online.


Es. [Resto del Carlino 16-11-2016]
Bambina adescata sul gioco online e costretta a denudarsi. L’orco si era spacciato per un 13enne: verrà processato. Leggi Articolo


Es. [Resto del Carlino 02-01-2016]
Pedofilo usa la PlayStation per adescare bimba di 10 anni. Il giovane è stato identificato dalla Postale e denunciato. Leggi Articolo


Es. [adnkronos 05-01-2016]
Adescare minori attraverso le app, ecco le nuove frontiere dei cyber-pedofili.
Da Instagram al popolare gioco 'Clash of Clan', le nuove frontiere della pedofilia si estendono infatti al web e, soprattutto, alle applicazioni per cellulari. Leggi Articolo.

Autore: Andrea Massa